Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per allontanarti dal sito clicca  QUI.

Zero Energy Studio - Diagnostica strumentale

Portfolio: Diagnostica strumentale

1) Indagine termografica

Data: 01/10/2012

Cliente: Condominio Pal Rizzo - via Guadalupe, 16 - Salerno

Scopo dell'indagine termografica:

L'intervento è stato richiesto al fine di individuare le cause di infiltrazioni e condense superficiali localizzate negli appartamenti dell'ultimo piano.

Dall'indagine eseguita in copertura è emerso che i termogrammi dei cassonetti murari delle montanti fecali mostrano un buono stato di conservazione del manto impermeabile per cui si escludono infiltrazioni dalla sommità di essi o del parapetto (vedi IR460 - IR472 - IR469)

 

IR563: Questo termogramma evidenzia il ristagno d'acqua piovana derivante da piogge recenti.

IR523-IR527: Nell'intersezione pavimento-parapetto si notano i caratteristici profili di umidità diffusa con maggiore concentrazione in prossimità delle bocche di raccolta delle acque pluviali.

Conclusioni:
Sulla base dell'indagine eseguita, anche all'interno degli appartamenti dell'ultimo piano (quì non evidenziata per giusta privacy)e dalla constatazione del secondo strato di pavimentazione, realizzato di recente come calpestio del terrazzo,  si ritiene che le macchie d'umido dei cassonetti interni sono dovute all'elevata presenza di acqua infiltratesi dalle bocche di raccolta delle pluviali, che, dal piano di separazione tra i due interventi di pavimentazione, si propaga fino ai cassonetti delle fecali situati nelle vicinanze. Si consiglia di realizzare un'adeguata areazione tra i due strati ottenibile con la creazione di prese d'aria.

2) Indagine termografica

Data: 19/01/2013

Cliente: Romano Filippo Costruzioni - Cantiere A. Salvi.- via Fiumarello, 1 - Nocera Superiore (SA)

 

Scopo dell'indagine termografica:

L'intervento è stato richiesto al fine di indivuare l'origine di una copiosa infiltrazione di acqua affiorante all'interno della camera da letto di un appartamento del primo piano di un edificio condominiale.

IR688: Focalizzazione termica della zona di accumulo dell'acqua infiltrata nel solaio della camera da letto.

IR693: Scansione pavimento terrazzo 2° piano in condizioni di carico termico per insolazione e per la presenza di tubi acqua calda per riscaldamento. Zone anomale per presenza di umidità sono state rilevate alla base del cassonetto murario delle canne fumarie.

IR695: Focalizzazione termica della presenza di acqua alla base del cassonetto canne fumarie. L'immagine termica è rappresentativa della presenza di acqua in questa parte del solaio che è molto vicina alla zona di accumulo.

Conclusioni:

L'indagine estesa anche alla sommità cassonetto che racchiude la canna fumaria (per brevità non ne vengono riportati i termogrammi relativi) non ha evidenziato alcuna infiltrazione. La preseza sul balcone della caldaia ha fatto desumere che l'origine dell'infiltrazione sia lungo il percorso della tubazione dell'impianto di iscaldamento causata da un possibile deterioramento di questa'ultima.

3) Indagine termografica

Data: 31/01/2013

Cliente: Smarteko - Contract s.r.l. per Abruzzo Distribuzione s.rl - via Galileo Galilei, 2 - Z.I. - Avezzano (AQ)

Scopo dell'indagine termografica:

Analisi  delle condizioni di isolamento della struttura "involucro blocco uffici" in regime di carico termico e della struttura "involucro magazzino/deposito" in regie di scarico termico per individuare eventuali criticità utili a definire gli interventi di miglioramento energetico.

Involucro Blocco Uffici

IR703 - La scansione delle superfici opache ha evidenziato che le aree a temperatura maggiore seguono linee di demarcazione nette rappresentando in maniera chiara la struttura disomogenea dei pannelli di tamponamento evidenziando la presenza di ponti termici lineari e puntuali causa di dispersioni di calore dall’interno verso l’esterno.

Si osserva che la distribuzione delle temperature di superficie conferma l’esistenza di isolante interposto tra i due strati di crosta, ma pone anche in risalto la discontinuità di tale strato, in quanto inserito in una struttura di calcestruzzo a riquadri non isolata, costituita da una cordonatura perimetrale irrigidita da elementi trasversali di connessione, che forma un “ponte termico lineare”. Sono evidenti anche dei ponti termici puntuali per discontinuità di isolamento dovuti alla presenza di dispositivi di sostegno o di ancoraggio.

Involucro Magazzino/Deposito

L'involucro dell’area deposito è stato ispezionato in fase di scaricamento termico, quando, per effetto dell’ombreggiamento, ha rilasciato l’energia termica incamerata per esposizione all’irraggiamento solare delle ore antimeridiane. Sono evidenti le diverse caratteristiche dimensioniali dei pannelli di tamponamento che presentano un minore grado di isolamento con marcati ponti termici lineari in corrispondenza dei giunti di connessione.

Considerazioni

L'indagine è soprattutto volta ad una più approfondita conoscenza delle qualità termoigrometriche delle superfici di involucro della struttura e delle anomalie ivi presenti. Sarà utile per una corretta progettazione degli interventi di riqualificazione energetica dell'intera struttura, poi realizzati.

4) Indagine termografica

Data: 21/10/2013

Cliente: Avv. Smaldone Vincenzo - via Casa D'Antuono,7 - S.Antonio Abate (NA)

Scopo dell'indagine termografica

L'indagine è stata richiesta per ricercare l'origine di infiltrazione di acqua piovana presente all'interno di un lucernaio posto su terrazzo di copertura

IR834 - L'immagine interna al lucernaio rende chiara la diffusione dell'umidità nella struttura che presenta uno sviluppo orizzontale, parallelo al solaio di copertura

IR896 - L'immagine conferma la presenza di umidità nella zona di intrsezione tra l'abbaino ed il muro di confine con propagazione orizzontale.

IR881 - Immagine termica condotta sul lato esterno alla parete di confine. Si rilevano difetti di sigillatura del battiscopa costituito da piastrelle.

Conclusioni:

La conferma della propagazione orizziontale dell'infiltrazione ha orientato l'indagine verso la ricerca di infiltrazioni provenienti da zone confinanti. Dalle immagine termiche riprese sul confine della proprietà si evidenziano defitti diffusi di sigillatura della piastrella di rivestimento sia sul lato inferiore che superiore: punti di infiltrazione cercati.

5. Indagine termografica

Data: 25/03/2014

Cliente: Condominio via Regina Margherita, 120 - C.mare di Stabia (NA)

Scopo dell'indagine termografica:

L'intervento è stato richiesto a seguito del manifestarsi di danni da infiltrazione di acqua piovana in più punti di un appartamento sottostante un terrazzo di copertura con lo scopo i localizzare i punti di orgine a supporto degli interventi esecutivi.

IR912: Danno da umidità alla cucina dell'appartamento dell'ultimo piano.

IR915: Infiltrazione nella camera da letto nell'angolo di incrocio tra la parete esterna nord ed il solaio di copertura.

 

IR918: Scansione termica della pluviale lato est. E' evidente la presenza di umidità nella zona di innesto tra la tubazione ed il cornicione.

IR923: Scansione termica della parte di intonaco dell'aggetto con danni all'intonaco già visibili.

IR951: Scansione termica dell'impermeabilizzazione sulla parte aggettante di terrazzo in corrispondenza con la verticale della zona danneggiata interna alla camera da letto

IR963: Scansione della zona di pavimentazione in prossimità del pilastrino di incrocio tra il lato nord ed il lato est dove sono visibili carenze di sigillatura tra piastrelle e presenza di depositi calcarei ovuti a ristagni di acqua piovana.

Conclusioni:
Si forniscono precise localizzazioni dei punti di origine dell'infiltrazione onde consentire iterventi puntuali risolutivi:

a) nella amera da letto e nella cucina l'estensione dell'umiditò, (IR931-IR912) indica quale punto di origine dell'infiltrazione la corrispondente linea di intersezione tra la muratura esterna ed il solaio.

b) il danno visibile nella camera da letto è causato dall'inefficace impermeabilizzazione della zona di convogliamento dell'acqua piovana verso la pluviale (IR918)

c) Nell'angolo nord-est del cornicione è stato evidenziato l'inizio di un distacco dell'intonaco allintradosso (IR923)

6. Indagine Termografica

Data: 04/12/2014

Cliente: Centro benessere  -  C.so Umberto I, - Cava de' Tirreni (SA)

Scopo dell'indagine termografica:

Individuazione rete di distribuzione impianto di riscaldamento idronico.

Conclusioni:

La fase di indagine è avvenuta non senza l'attivazione dell'impianto in modo da avere, durante l'ispezione, l'acqua nel sottosistema di distribuzione, alla temperatura di esercizio (40/45°C). Il contrasto termico così generatosi, tra tubazioni e pavimento, è risultato idoneo alla netta individuazione, tramite scansione termica, del circuito idraulico. Successivamente ricostruito il layout dell'impianto, è stata reso possibile il sezionamento.

   
 ZeroEnergy Studio® ringrazia i propri clienti, sensibili al tema della sostenibilità ambientale, per aver concesso l’autorizzazione a pubblicare le foto degli interventi eseguiti.

Segnala ad un amico

Stampa pagina

Condividi

Tecnologia

Normativa

Links Utili

Viaggi Energetici

Sitemap