Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per allontanarti dal sito clicca  QUI.

Zero Energy Studio - Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici

La realizzazione di un impianto fotovoltaico è una scelta eticamente responsabile perché rispetta l’ambiente e contribuisce a ridurre lo sfruttamento delle risorse naturali, come il gas naturale ed il petrolio, e riduce il costo di gestione dei consumi energetici del tuo immobile.

 

 

 

Che cosa è un impianto fotovoltaico e da che cosa è composto?
Un impianto FV trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica. Si compone essenzialmente di:

  • moduli o pannelli fotovoltaici,
  • inverter,
  • quadri elettrici e cavi di collegamento.

I moduli sono costituiti in materiale semiconduttore, quali il silicio cristallino (mono e poli), il più utilizzato. Possono essere connessi alla rete elettrica di distribuzione detti anche grid connected o direttamente a utenze isolate, che si definiscono stand – alone.

Quante tipologie d’impianto esistono?
Gli impianti si possono fare a terrazzo, parzialmente integrato, a falda complanare, integrato sulla copertura del tetto, a pensilina o misto.

Quanto spazio occupa un impianto fotovoltaico?
Indicativamente un valore medio va dai 7 mq/kWp per potenza nominale installata per gli impianti piani (complanari alla falda) che sale per gli impianti con i pannelli inclinati che risentono fortemente del mutuo ombreggiamento e possono arrivare ad occupare fino ai 20 mq/kWp.

Dove si può installare un impianto fotovoltaico?

E si può fare anche per un appartamento o un’abitazione privata?
I moduli possono essere messi su qualsiasi pertinenza di un immobile: il tetto, la facciata, il terrazzo. E si può realizzare un impianto anche per un appartamento presente all’interno di un condominio, sul terrazzo dell’alloggio, ad esempio, se si ha spazio sufficiente.

Un impianto fotovoltaico produce sempre la stessa quantità di energia elettrica?

La produzione di energia elettrica considerata su base annua varia in funzione di:

  • radiazione solare annuale del luogo di installazione
  • orientamento del campo fotovoltaico (massimo rendimento a sud)
  • l’angolo di inclinazione dell'impianto, le eventuali ombre e l’albedo (riflessioni)
  • le prestazioni tecniche dell’impianto (moduli fotovoltaici, inverter e altri componenti)
  • le condizioni operative dei moduli (all’aumentare della temperatura di funzionamento diminuisce l’energia prodotta)

La tecnologia degli impianti è riciclabile?

La maggior parte dei materiali possono essere riciclati, attraverso la raccolta di pannelli solari alla fine della loro vita utile.

Quanta elettricità produce un impianto? E come la si misura?
La produzione di energia dell’ impianto è misurata in kW all’ora in un anno. Prendendo ad esempio un impianto di 1 kWp di potenza nominale avente esposizione e ombreggiamento ottimali, questo produce tra i 1.000 e i 1100 kWh/anno al nord Italia, tra i 1200 e i 1300 kWh/anno al centro e tra i 1400 e i 1500 kWh/anno al Sud Italia. Teniamo conto che il consumo medio annuo di una famiglia è pari a circa 3000 kWh/anno, per soddisfare questo tipo di fabbisogno energetico è necessario un impianto che va dai 2 ai 3 kWp.

Come si può controllare la produzione dell’ impianto fv?
Esistono dei dispositivi opzionali specifici che se installati permettono di monitorare 24 h su 24 il funzionamento dell’impianto, o attraverso un portale web dedicato o attraverso lo schermo di un dispositivo che è possibile posizionare all’interno dei locali di uso più frequente.

Quanti anni può durare l’ impianto fotovoltaico e di quale manutenzione ha bisogno?
Dipende dalla durata dei moduli che sono la componente principale, generalmente la durata è superiore ai 20 anni e viene definita sulla carta a 25 anni.

 Chi allaccia l’impianto alla rete elettrica?
E’ il proprio fornitore di energia elettrica che deve allacciare l’ impianto alla rete elettrica e i contatori di scambio e di produzione alla rete (vedi Enel, Acea, Sorgenia etc….). Per cui si deve inoltrare la richiesta alla sua attenzione.
E’ possibile ricorrere all’aiuto di un esperto per la compilazione e l’invio delle comunicazioni?
Certamente, ci sono professionisti e società che si incaricano dell’ istruttoria di tutte le pratiche necessarie con il GSE, Comune etc….

Chi effettua le letture dell’energia prodotta?
La lettura dell’energia prodotta dall’ impianto è possibile farla personalmente attraverso la consultazione del portale del GSE o tramite la lettura dei dispositivi opzionali di controllo del rendimento energetico da remoto dell’ impianto installato. (scheda web o altro).

 Quali fattori sono importanti nella lettura e comprensione di un preventivo?
All’interno di un preventivo è essenziale capire il suo rendimento energetico che è una misura del suo rendimento finanziario ed è dettato principalmente oltreché dal dimensionamento generale dell’impianto dalle prestazioni dei materiali di cui si compone per cui è essenziale comprendere anche le caratteristiche tecniche dei materiali dell’impianto. Ad esempio per i moduli l’efficienza energetica è espressa in percentuale per metro quadro e il rendimento dipende dal rapporto tra i kWh prodotti e la loro potenza teorica nominale espressa in kWp (generalmente anche la presenza di una certificazione di filiera unitamente a una garanzia offerta sono espressione di qualità del materiale). Inoltre è necessario comprendere il grado di tolleranza dei moduli che è una misura dello scostamento rispetto alla potenza nominale dichiarata per gli stessi. Per gli inverter posso leggere il loro rendimento effettivo che è sempre una misura percentuale del loro rendimento nominale espresso in Watt. Per le strutture invece è fondamentale il grado di tenuta al carico e per il cavo solare il suo grado di permeabilità.

Grazie alla partnership consolidata con ditte fornitrici ed installatrici accuratamente selezionate ZeroEnergy Studio® offre l’installazione completa “chiavi in mano” dell’impianto fotovoltaico, nonché la progettazione commisurata alle proprie esigenze e al proprio stile di consumo.

Il complesso delle attività indispensabili per addivenire alla produzione dell’energia e l’allaccio alla rete del tuo impianto si distingue in attività di tipo:

  • tecnico amministrativo, quali:
    • Progettazione preliminare ed esecutiva
    • Direzione lavori
    • Richiesta di connessione alla rete Enel o altro Ente erogato di energia elettrica
    • Domanda di accesso al servizio di scambio sul posto, vendita diretta o ritiro dedicato
    • Certificato di collaudo dell’impianto
  • fornitura ed installazione, quali:
    • Moduli fotovoltaici,
    • Inverter
    • Strutture di supporto moduli
    • Quadristica
    • Cavi elettrici.

Per la particolarità di un simile intervento ci corre l’obbligo di porre l’attenzione che queste due attività sono tra di loro fortemente connesse:

  • L’impianto si può dire in funzione solo quando si raggiunge l’installazione e la connessione alla rete elettrica;
  • La progettazione, tecnica (redatta anche allo scopo di ottenere i permessi per la realizzazione) e le pratiche amministrative diventano propedeutiche alla fornitura e alla corretta e completa installazione ed alla messa in produzione dell’impianto.

    Nelle more , dell’esecuzione della prima, va avanzata la richiesta per la connessione alla rete elettrica che trova riscontro finale con la stipula della convenzione tra l’utente ed GSE.

Quali sono i vantaggi degli impianti fotovoltaici?

  • assenza di qualsiasi tipo d’emissione inquinante; risparmio dei combustibili fossili
  • estrema affidabilità poiché non esistono parti in movimento: vita utile superiore a 25 anni
  • costi di manutenzione ridotti al minimo
  • modularità del sistema: per aumentare la taglia basta aumentare il numero dei moduli

Perché è vantaggiosa l’offerta “chiavi in mano” di ZeroEnergy Studio®?

L’offerta chiavi in mano ti consente di avere un unico interlocutore per la fornitura, installazione ed iter tecnico amministrativo fino all’attivazione della convenzione con il GSE.

Segnala ad un amico

Stampa pagina

Condividi

Tecnologia

Normativa

Links Utili

Viaggi Energetici

Sitemap