Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per allontanarti dal sito clicca  QUI.

Zero Energy Studio - Incentivi

Detrazione 50%

Lo staff tecnico di ZeroEnergy Studio®, oltre a progettare e dirigere lavori di ristrutturazione edilizia, fornisce il supporto per ottenere la detrazione fiscale prevista dal D.L. 201/2011.

 

Dal 1° gennaio 2012 la detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia è stata resa permanente (D.L. 201/2011) ed inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef.

Nel 2012 la misura della detrazione è salita al 50% con un importo massimo detraibile pari a 96.000 euro.

La Legge di stabilità 2016 ha prorogato la misura del 50% di detrazione Irpef fino al 31/12/2016

A chi è rivolta la detrazione Irpef del 50%?

E’ una detrazione fiscale da spalmare in 10 anni per tutti i contribuenti che producono redditi soggetti all’imposta sulle persone fisiche che sostengono le spese per interventi di ristrutturazione edilizia di immobili residenziali.

Il contribuente deve essere proprietario dell’immobile oggetto di ristrutturazione?

L’agevolazione spetta non solo al proprietario dell’immobile ma anche a coloro che sono titolari di diritti reali e che ne sostengono le spese, tra questi:

  • Titolari di diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • Locatari o comodatari;
  • Soci di cooperative divise o indivise
  • Imprenditori individuali;
  • Soggetti che producono redditi in forma associata
  • Familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile oggetto di intervento.

Quali sono i lavori che rientrano in questa agevolazione?

Sono quelli di cui alla lett a), b), c) e d) del DPR 380/01; ossia;

  • Manutenzione ordinaria;
  • Manutenzione straordinaria;
  • Restauro e risanamento conservativo;
  • Ristrutturazione edilizia

Inoltre (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n.22/E del 2 aprile 2013) rientrano in questo elenco gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia ( es: installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica)

Quale è il tipo di spesa ammessa all’agevolazione?

Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori sono ammesse le spese:

  • per la progettazione ed altre prestazioni professionali connesse;
  • per prestazioni professionali comunque richieste dal tipo di intervento;
  • per la messa in regola dell’edificio ai sensi del DM 37/2008 – ex legge 46/90 – e legge 1083/71
  • per l’acquisto dei materiali
  • per il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti
  • per l’effettuazione di perizie e sopralluoghi;
  • l’imposta sul valore aggiunto, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori;
  • gli oneri di urbanizzazione
  • omissis

prestazioni professionali comunque richieste dal tipo di intervento;

  • per la messa in regola dell’edificio ai sensi del DM 37/2008 – ex legge 46/90 – e legge 1083/71

Cosa bisogna fare per usufruire della detrazione?

Occorre indicare nella dichiarazione dei redditi:

  • i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore;
  • gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.

Occorre conservare ed esibire , a richiesta degli uffici:

  • comunicazione Asl,
  • fatture e ricevute comprovanti le spese sostenute;
  • ricevute dei bonifici di pagamento
  • domanda di accatastamento (se l’immobile non è ancora censito)
  • ricevute di pagamento dell’imposta comunale (ICI – IMU), se dovuta
  • delibera di assemblea di approvazione dell’esecuzione dei lavori (su parti comuni di edifici residenziali) e tabella di ripartizione delle spese.
  • Dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile all’esecuzione dei lavori, per interventi effettuali dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi;
  • Abilitazioni amministrative richieste dalla vigente legislazione edilizia in relazione alla tipologia i lavori da realizzare o, se la normativa non prevede alcun titolo abilitativo, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui indicare la data dell’inizio dei lavori e attestare che gli interventi realizzati rientrano tra quelli agevolabili;
  • Comunicazione informazioni all’ASL competente per territorio .

ZeroEnergy Studio® è in grado di supportarti nel soddisfacimento degli adempimenti previsti dalla procedura per il riconoscimento delle detrazioni fiscali del 50% negli interventi di ristrutturazione edilizia: dalla raccolta dei dati, alla compilazione di documenti ed atti assembleari , alla verifica della corretta compilazione di fatture.

La consulenza si completa con la raccolta in ordine cronologico di tutto ciò che occorre ai fini della dimostrazione agli uffici competenti della legittimità dell’intervento e dei documenti giustificativi della spesa sostenuta.

Affidando l’intero servizio che va dalla progettazione al controllo dell’esecuzione degli interventi di ristrutturazione del tuo immobile, ZeroEnergy Studio®, ti segue passo passo in tutti gli adempimenti previsti, relazionandosi con il tuo commercialista per usufruire della detrazione. Avrai, così, il vantaggio di doverti preoccupare solo di eseguire, al momento opportuno, i pagamenti previsti all’impresa appaltatrice, secondo le modalità stabilite.

Scarica la guida delle Agenzia delle Entrate attraverso il link qui accanto.        

Segnala ad un amico

Stampa pagina

Condividi

Tecnologia

Normativa

Links Utili

Viaggi Energetici

Sitemap